the newmediologo

18 maggio 2008

Mac, le ragioni di una scelta

Alcune considerazioni apparentemente banali per esprimere la mia consapevolezza di aver fatto bene a passare a Mac.

Circa un anno fa entrava a casa mia il mio primo Apple Macintosh e nello specifico era un Mac Mini Power PC usato, il primo passo verso il mondo Apple compiuto con grande soddisfazione..

Mac Mini, il mio primo Mac

Dopo qualche problema per cambiare la RAM e portarla ad 1 Gb visto che quella da 256 MB in dotazione era assolutamente insufficente e anche se per fare questo ho dovuto documentarmi su come aprire l’oggetto con una spatola per non rovinarlo, io ed il Mac Mini abbiamo subito fatto amicizia.

A farmi capire che sarei potuto passare a Mac è stato il fatto che lavoro prevalentemente con applicazioni Adobe che sono native sui sistemi Apple e quindi avrei beneficiato del fatto che il software nasce per Mac e garantisce migliori prestazioni.

Questo poi per non parlare del fascino che il mondo Apple esercita, un mondo fatto di semplicità dove tutto funziona come dovrebbe funzionare, un unico produttore per hardware e software che si completano come un paio di guanti oltre alla indiscutibile qualità dei prodotti Apple.

Poi anche il lavorare con Daniela mi ha fatto venire voglia di Mac vista la batteria di PowerMac presenti nel suo studio.

La sicurezza e la solidità di Mac OSX, l’assenza di virus o di quelle minacce informatiche che in genere funestano i sistemi Microsoft e la sostanziale maggiore simpatia verso Apple mi hanno a poco a poco convinto ad abbandonare definitivamente la piattaforma Windows e tra le ragioni c’è stato anche il fatto che Tomb Raider Anniversary ovvero l’ultima avventura di Lara Croft è stato rilasciato anche per Mac come ormai molti altri software e giochi a testimonianza del fatto che Aplle sta incrementando la sua quota di mercato al punto da far diventare conveniente sviluppare software che prima non c’era..

Poi è capitato l’occasione di prendere usato un bellissimo MacBook nero e completare la dotazione di Mac con un portatile

MacBook nero

Ed a questo punto mi sono reso conto di quanto fosse facile lavorare con i Mac e mi è sorta spontanea la domanda che molti si pongono dopo essere passati a Mac: “ma perchè non lo ho fatto prima..?”..

E’ vero che c’è anche una punta di snobismo, il Mac è più “cool”, gli Apple users sono un’altra cosa ma tutto questo fa parte di un modo di pensare che è reso possibile proprio dalla facilità d’uso del Mac, messi da parte i problemi che trasformano il computer in un oggetto ostile ci si può dedicare più proficuamente alla creatività senza dover passare il tempo a dare la caccia ai virus o a gurdare il pc che si riavvia.

Il Mac Mini è presto diventato stretto ed è stato sostituito da un oggetto-totem come il nuovo iMac Aluminum da “24 dalla bellezza lineare e dalle grandi capacità con hard disk da 320 Gb e 2 Gb di memoria RAM. Uno schermo meravigliosamente nitido che non affatica la vista, il silenzio assoluto e la grande espandibilità ne fanno una macchina eccellente per il mio lavoro di Webmaster e sopratutto sono davvero contento di averlo comprato visto che mi piace sempre avere la sensazione di aver speso bene i miei soldi..

iMac Aluminum 24 il mio secondo Mac Desktop

Sono più rilassato da quando lavoro con Mac, sarà il silenzio che mi permette di concentrarmi meglio, sarà il software sicuro ed intuitivo, sarà anche il fatto che il concetto di semplicità trova davvero la sua applicazione con Apple ma devo dire che non rimpiango affatto il PC anche se per qualche cosina come la copia dei DVD sento la mancanza di applicazioni da PC ma non ho ancora sperimentato la possibilità di eseguire Windows in Mac OSX con macchine virtuali come Parallels o VM Ware per non parlare di Boot Camp, sarà ma il vedere Windows Xp dentro ad un Mac mi fa un tantino orrore anche se posso sfruttare questa possibilità per usare alcune cose che mancano su Mac ed a cui ero abituato e poi magari per continuare ad usare qualche gioco per Windows che ora ho dovuto accantonare (a beneficio del lavoro..)..

[Update 25 Maggio] Ieri ho scoperto che per rippare i DVD basta Toast Titamium 8 è buona regola esplorare i software prima di rivolgersi altrove.. Ne terrò conto.. Tra l’altro Toast Titanuim è anche capace di catturare istantanee dello schermo, cosa che il DVD Player di OSX non fa.. Problemi risolti.. Che bello..

La brillantezza del monitor da “24 dell’Imac balza all’occhio quando riaccendo il PC dotato di scheda video Quadro 2 Pro e monitor Sony da “22, nonostante tutto non c’é davvero paragone, lo schrmo del PC in confronto all’iMac sembra sporco e la perdita di definizione è nettissima.

La dotazione iniziale di software di Mac OSX permette di fare praticamente tutto e basta poi procurarsi NeoOffice per sostituire la suite iWorks, FireFox per sostituire Safari e ThunderBird per sostituire Mail e si è a posto. Per inciso sono riuscito ad importare sia tutti i boookmarks e le impostazioni di FireFox da PC a Mac e stessa cosa con tutta la posta di tre anni e le impostazioni su ThunderBird, un passaggio pulito da PC a Mac senza perdere nulla e poi con l’installazione della suite Adobe con Photoshop, Dreamveawer, Flash ed Illustrator ho completato il nuovo iMac come workstation..

Mamp sostituisce egregiamente EasyPHP per lo sviluppo dei siti in locale e tutte le azioni risultano semplificate su Mac. La bellezza di Mac OSX è la sua flessibilità tale da essere utilizzato in un’unica versione sia dall’utente inesperto che per assemblare supercomputers passando per tutte le applicazioni intermedie.

Adesso mi trovo in ottima compagnia anche perchè ho scoperto che molta gente che usa Mac è quella che che come me ci è arrivata dopo un determinato percorso che si è concluso con questa scelta definitiva e nella vita è sempre bello trovare un punto di arrivo.

Ho sempre cercato cose definitive come il coltellino svizzero o il Rolex Submariner, cose che una volta tue lo rimangono perchè non hai motivo di cercarne altre, ecco: il Mac appartiene a questa categoria.

Spero che il prossimo Mac sia un XServe

Apple XServe

Advertisements

2 commenti »

  1. Condivido a pieno le tue considerazioni sul mac word e ti dico che sto per compiere il passo anche io che provengo da una serie infinita di pc a partire dalle maledizioni del dos per passare alle cattiverie di windows e dei suoi bugs.
    Andare avanti negli anni e tornare indietro con la tecnologia.
    Non è quello che voglio ora. Ora volglio la QUALITà…vado sul mac!

    Commento di salvatore — 12 aprile 2009 @ 17:27 | Rispondi

  2. Ho letto il tuo articolo, che dimostra l’entusiasmo che hai avuto nell’acquisto del tuo primo Mac. Anch’io ho avuto lo stesso entusiasmo, anche perchè sono stato influenzato da mio figlio. Ma adesso come in tutte le cose nuove mi trovo in difficoltà, anche perchè non avendo molta familiarità con l’inglese, e anche per l’età avanzata che ho, sono veramente in handicap.
    Per esempio non riesco anche se l’ho già fatto, ma non ricordo come a registrare nel Mac un film che poi non voglio masterizzare ma solo rivedere.
    Se hai un consiglio da darmi te ne sarò grato. il mio e-mail lo conosci già. Grazie

    Commento di christian — 15 settembre 2010 @ 10:40 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...