the newmediologo

16 maggio 2008

Moduli Fotovoltaici con Lente di Fresnel

Modulo Fotovoltaico a Lente di Fresnel
Sembra ovvio ma l’energia solare non conosce frontiere, con la start-up di Silicon Valley SUNRGI e l’Università degli Studi di Tel Aviv che hanno raggiunto insieme degli importanti progressi nel settore dell’energia fotovoltaica, tali da poter completamente rivoluzionarne le applicazioni.

Il segreto è il Modulo Fotovoltaico Concentrato che adotta lenti di Fresnel per amplificare la luce solare su una superfice ridotta, cosa che comporta una sensibile riduzione della superficie di moduli fotovoltaici necessari a produrre la quantità di energia richiesta.

resa dei moduli fotovoltaici con lente di Fresnel

la lente amplifica la quantità di luce catturata dal modulo fotovoltaico

Le lenti amplificano la luce del sole 2000 volte cosa che, afferma sempre la SUNRGI, potrebbe consentire al sistema di produzione di energia elettrica per non più di 7 centesimi per kilowattora, ovvero circa lo stesso prezzo di carbone – e entro metà 2009 – anche meno.

Pannelli Solari ad alta resa con Lenti di Frenel

Questa soluzione sarebbe indicata per uso condominiale visto che data la maggiore efficenza dei pannelli e le loro ridotte dimensioni, il sistema potrebbe essere adatto anche ad installazioni in zone con insolazione moderata ottenendo dei risultati comunque apprezzabili.

Da parte loro, gli scienziati della Università di Tel Aviv sono riusciti a creare delle celle fotovoltaiche super efficenti con costi un centinaio di volte inferiori a sistemi basati su celle di silicio. La chiave del loro sistema, a quanto pare, è l’uso della vecchia fotosintesi con l’aiuto di alcune tecniche di ingegneria genetica proteine e un po ‘di nanotecnologie.

Advertisements

15 commenti »

  1. Salve, con molto piacere leggo questo suo blog ma avrei concentrato il mio interese su un dettaglio che non viene esplicato dettagliatamente.
    Le dimensioni ridotte che cita come si traducono in cifre.

    cordialmente
    attendo notizie in merito
    marzia

    Commento di marzia — 18 dicembre 2008 @ 23:21 | Rispondi

  2. Salve, sono molto interessato dei risultati raggiunti, ma vi chiedo se ci sono aziende in europa che producono lo stesso prodotto, se dobbiamo rivolgerci soltanto alla Surgi, inoltre questi elementi sono gia’ in produzione o soltanto in fase di prototipi
    Cordialmente attendo vostre notizie in merito.

    Roberto

    Commento di Roberto — 12 gennaio 2009 @ 21:10 | Rispondi

  3. Al momento, a quanto ne so, esiste una sola azienda in Italia che produce un tipo di impianto analogo: si chiama area59.
    Ne ho sentito parlare alla fiera Energethica di Genova, e a quanto pare sono già in fase di prototipazione avanzata (come scritto sul loro sito), con un impianto pilota già funzionante.
    Sembra abbiano sviluppato un innovativo brevetto per la produzione di energia termofotovoltaica a concentrazione, con una resa (circa 40%) molto al di sopra di quella del convenzionale.
    Sul loro sito http://www.areafiftynine.net ci sono parecchie info in più… sembrano molto promettenti.

    Commento di Luca — 11 marzo 2009 @ 12:52 | Rispondi

  4. Salve a tutti.
    I moduli non sono più piccoli, solamente necessitano di minor superficie in quanto le efficienze sono più elevate. la sunrgi al momento rivela solo teorie, non fatti e non è sicuramente la prima azienda a sperimentare i sistemi HCPV. Il fatto è dimostrato dal data sheet non fa riferimento all’efficienza reale del modulo ma della cella. Ci sono perdite dovute all’ottica che comunque permette efficienza tra il 23% ed il 27%. Al momento solo due/tre aziende sono in grado di commercializzare i loro prodotti. Opel (USA) Concentrix (Germania) e Isophoton (Spagna). In Italia c’è il problema momentaneo che che i sistemi a concentrazione non sono incentivati.

    Commento di Emilio — 1 aprile 2009 @ 00:14 | Rispondi

  5. Anche io ero alla fiera, e ho parlato con il titolare: sembrano una realtà seria, non come molte altre aziende che (fatemelo dire) spacciano prodotti inesistenti con dati che sinceramente sono ridicoli (5000 soli, ma per piacere).
    Tuttavia in Italia nessuno, e dico NESSUNO, ha ancora prodotto nulla che non siano parole.

    Forse questi di AREA59, zitti zitti, stanno davvero facendo qualcosa di serio?

    Commento di Simo298 — 20 aprile 2009 @ 12:55 | Rispondi

    • Veramente con la mia azienda ho un contratto di importazione e distribuzione per il territorio italiano e svizzero ed il settore lo conosco bene. Al momento il problema più grande è l’incentivazione, poi si deve vedere se il prodotto è già pronto per la commercializzazione o meno. Un prototipo non significa che tutti lo possono acquistare.
      Aziendde che stanno facendo qualcosa di serio ci sono, poi bisogna vedere tutti gli altri che mettono i bastono tra le ruote.

      Commento di Emilio — 3 maggio 2009 @ 17:21 | Rispondi

  6. esiste anche un’altra azienda australiana “SunCube” che ha già in produzione questo tipo di pannelli, epromette le stesse prestazioni. se a qualcuno interessa la commercializzazione in italia, io sono in possesso della bozza dei contratti ma non ho ne l’esperienza ne i soldi

    Commento di claudio — 7 maggio 2009 @ 19:05 | Rispondi

  7. QUALCUNO HA UNA IDEA DI QUANTO PUò COSTARE IN EURO UN WATT PRODOTTO CON IL METODO DI CONCENTRAZIONE TRAMITE LENTE DI FRESNEL

    Commento di NATALINO — 27 maggio 2009 @ 15:57 | Rispondi

  8. ciao Claudio io sono interessato alla commercializzazione di questo prodotto rispondimi!!!!!!! grazie

    Commento di fabrizio — 27 luglio 2009 @ 19:10 | Rispondi

  9. Sono interessato all’acquisto di questi moduli fotovoltaici con lente di Fresnel. Qualcuno sa indicarmi chi li vende in Italia,quanto costano e se c’e qualcuno che installa questo tipo di impianto?

    Commento di cristiano — 22 agosto 2009 @ 12:41 | Rispondi

  10. Con piacere vi invierò un commento.
    Prima del mio commeno, mi sarebbe gradito ricevere uno vostro dopo la lettura del mio sito II parte
    ( centrale termoelettrica ibrida da 5 MW nominali).
    Grazie G.P.

    Commento di giuseppe pinnavaia — 28 maggio 2010 @ 09:41 | Rispondi

  11. ciao sono interessato alla commercializzazione ed alla produzione sono a disposizione

    Commento di walter — 16 gennaio 2011 @ 23:04 | Rispondi

  12. Possibile ke da qui a 2 anni fa’ tutto TACE ?
    Sapevo della SOLAR SYSTEM Australiana,a concentrazione,nn Fresnel !!!
    BYE BYE…

    Commento di julian — 17 marzo 2011 @ 09:46 | Rispondi

  13. scusate vorrei porvi una domanda, ma… Se noi mettessimo dei film adesivi polimerizzati con sopra stampate delle piccole lenti, non pensate che aumenteremmo la produzione? Parlo a quelli che hanno gia` installato.

    Commento di pippo — 5 aprile 2011 @ 16:47 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...